Con il progetto artistico “la Giovine Italia” la Compagnia AlmaTeatro è stata selezionata fra le realtà attive in Italia per la sezione Spettacolo dal vivo del Bando Migrarti, lanciato a gennaio 2016 dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT.

Il MIBACT  in collaborazione con l’UNAR [Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali], ha realizzato il bando per indagare con maggior profondità una società in continua evoluzione, creando così l’opportunità di far conoscere al meglio le culture di provenienza dei nuovi italiani, con uno sguardo rivolto alle seconde generazioni, autentico ponte tra i loro genitori ed il futuro che in questo Paese li attende.

Nasce così lo spettacolo “La Giovine Italia” che mette in scena la narrazione delle Madri, arrivate in Italia negli anni ’80 e ’90 o protagoniste delle migrazioni interne, e quella delle Figlie. Un racconto che indaga le scelte e le riflessioni sul mondo di oggi e pone questioni sul rapporto con i paesi d’ origine dei genitori, sui diritti e sulle discriminazioni e sul futuro di convivenza da costruire in un’ Europa che innalza muri, attraverso ricordi, pensieri, discussioni, visioni di vita, valori trasmessi e ricevuti, che districano nodi culturali, geografici e linguistici
Tema centrale dello spettacolo La Giovine Italia è il rapporto fra prime e seconde generazioni raccontato al femminile, attraverso il legame tra le madri e le figlie. Una prospettiva di genere, che nasce dall’attività laboratoriale che ha costruito il testo dello spettacolo e che rispecchia l’attività della Compagnia da venti anni.
Lo spettacolo sarà presentato al teatro Vittoria il 29 e 30 giugno.
#Staytuned #LaGiovineItalia #Migrarti #MIBACT