Almateatro

Almateatro è un gruppo internazionale di donne nato nel 1993 a Torino. All’inizio è stato uno spazio-laboratorio dove, attraverso il teatro, si mettevano in relazione realtà culturali diverse ed in continua evoluzione. Il laboratorio consentiva di sperimentare un avvicinamento alle tecniche teatrali di movimento e voce e un particolare studio della lingua italiana che si mescolava con le lingue d’origine. La ricchezza narrativa e la generosa  trasmissione orale delle esperienze di migrazione, i vissuti femminili che affrontavano le crisi politiche ed economiche del sud del mondo, come anche la quotidiana arte di vivere, hanno permesso di creare i contenuti degli spettacoli messi in scena nell’arco di venti anni.
Con il passare del tempo il gruppo ha sviluppato un proprio metodo ed un proprio pensiero artistico nel fare teatro. La metodologia viene costruita con particolare attenzione alla conciliazione dei tempi di lavoro delle donne. La drammaturgia si completa e si arricchisce sovente con ricerche/azioni. Nascono le reti nazionali ed internazionali con associazioni di donne, con altri gruppi di teatro. Iniziano e si consolidano i contatti con le scuole e con le insegnanti. Si attivano numerose connessioni  con artiste ed attiviste nel mondo (Costa d’Avorio, ex Jugoslavia, Bolivia, Francia, Somalia, Mali).
Almateatro, oggi ventenne, resiste resiliente, contro la visione folcloristica della cultura “altra”. Cerca di raccontare le ingiustizie e le discriminazioni di questa società, gli squilibri tra il sud e il nord del mondo, le guerre locali e globali, i retaggi coloniali e post-coloniali, le disattenzioni e le distruzioni dell’ambiente, la capacità di ritornare alla terra praticando economie sostenibili, le domande e i saperi delle seconde generazioni, sottolineando le risorse e le ricchezze delle donne. Le attrici di Almateatro narrano con le loro pronunce imperfette e compongono tutto ciò sul palcoscenico in diverse lingue, mettendo corpi, memorie e sogni ancora una volta in gioco. Attraverso uno sguardo plurimo tentano di ridefinire la realtà, lottano per un imprescindibile cambiamento culturale, essenziale per il presente come per le generazioni future e per dare un senso positivo, seppur critico, a questo momento storico.

Almateatro oggi è composto da : Gabriella Bordin, Adriana Calero, Enza Levatè , Suad Omar ,Elena Ruzza, Vesna Scepanovic,Flor Vidaurre,Katerina Nastopoulou.
Collaboratrici tecniche suono /luci : Simona Gallo, Lisa Guerini

Top