Flor Vidaurre

Flor -tutto compresso  “Un albero dell’ autunno con la speranza di rinascere” è cosi che è iniziata la mia esperienza con Almateatro 17 anni fa, con un laboratorio.  Attraverso il gioco, le risate e tanta voglia di stare insieme, ci siamo regalate infiniti incontri. Tante le donne che abbiamo conosciuto, tante le discussioni, gli scambi, la condivisione di pezzi della nostra storia. “Essere voce di chi non poteva dire, di chi non poteva raccontare” e nasce “Righibè”.

Sono una donna peruviana residente da 20 anni a Torino, lavoro e faccio parte di Almateatro da 17 anni. Molti sono stati i livelli su cui lavorare in questi anni: essere migranti, essere donne,  essere mamme, essere attrici, essere lavoratrici e soprattutto farsi attraversare della consapevolezza di ognuno di questi passaggi.
Stare in Almateatro per me vuol dire ripercorrere volti, sorrisi, difficoltà di chi è arrivata nel gruppo, di chi tuttora ne fa parte.

Tutte noi lasciamo ogni giorno una scia di storia difficile da raccontare per la diversità di colori , di odori , di saperi , di vissuti.

Da Righibè ad oggi Almateatro è cresciuta, è divenuta autonoma, ha fatto nascere la propria Associazione. Sono cambiati i volti , siamo divenute grandi , abbiamo sviluppato molto lavoro sul territorio, molta gente ci riconosce il percorso fatto: le istituzioni, la scuola, la città…; abbiamo ampliato la nostra rete di lavoro, mantenendoci nel mercato culturale per tutti questi anni ; sta diventando tutto sempre più difficile, ma questa sfida è solo una delle tante che hanno attraversato la nostra storia.

Io sono solo una piccolissima parte di questa lungo percorso del nostro essere e ne sono orgogliosa.

Top