Lo spettacolo LA GIOVINE ITALIA in scena al Teatro Baretti di Torino
per la  Stagione teatrale “Le Parole non bastano”
mercoledì 11, giovedì 12 e venerdì 13 aprile alle  ore 21
Teatro Baretti - via Baretti 4, Torino 

in scena:
LE MADRI: Adriana Calero, Enza Levatè, Suad Omar, Elena Ruzza, VesnScepanovic,
Maria Abebù Viarengo, 
Flor de Maria Vidaurre
LE GIOVANI: Ilaria Capraro, Yendry Fiorentino, Xi Hu, Deka Mohamed, Ikram Mohamed, Songul Murat,
Sara Outabarrhist, Annasofia Solano, Luisa Zhou

conduzione laboratorio: Gabriella Bordin, Vesna Scepanovic, Maria Abebù Viarengo
testi a cura di: Adriana Calero, Enza Levatè, Suad Omar, Elena Ruzza, Vesna Scepanovic, Maria Abebù Viarengo, Flor de Maria Vidaurre
canti originali: Yendry Fiorentino, Enza Levatè, Maria Abebù Viarengo
regia: Gabriella Bordin
comunicazione: Olivia Buttafarro
organizzazione: Sara Consoli

LO SPETTACOLO

“La Giovine Italia” è uno spettacolo nato nell’ambito del bando MigrArti promosso dal MIBACT – per riflettere sul rinnovamento culturale della società contemporanea messo in atto da persone provenienti da numerosi paesi del mondo, con un’ottica rivolta alle migrazioni femminili e con particolare attenzione verso le giovani generazioni, autentico ponte tra i propri genitori ed il futuro che li attende in questo Paese.

Tema centrale dello spettacolo “La Giovine Italia” è il rapporto fra prime e seconde generazioni raccontato al femminile, attraverso il legame tra le madri e le figlie. La prospettiva da cui parte Almateatro è quella di genere, perché questa è la peculiarità artistica e politica che caratterizza la compagnia sin dal 1993 e la contraddistingue da venticinque anni.

In scena scorre la narrazione delle Madri, arrivate in Italia negli anni ‘80 e ’90 o protagoniste delle migrazioni interne, e quella delle Figlie. Un racconto che indaga le scelte e le riflessioni sul mondo di oggi e pone questioni sul rapporto con i paesi d’origine dei genitori, sui diritti e sulle discriminazioni e sul futuro di convivenza da costruire in un’Europa che innalza muri, attraverso ricordi, pensieri, discussioni, visioni di vita, valori trasmessi e ricevuti, che districano nodi culturali, geografici e linguistici.

Il testo dello spettacolo è frutto di una drammaturgia corale che nasce dall’attività laboratoriale delle attrici della Compagnia Almateatro, insieme alle ragazze nate in Italia o giunte qui, per ricongiungersi alla famiglia.

Le attrici di Almateatro calcano la scena con le loro pronunce imperfette e narrano sul palcoscenico in diverse lingue, mettendo in gioco corpi, memorie e sogni. Attraverso uno sguardo plurimo,  tentano di ridefinire la realtà, lavorando nell’ottica di un cambiamento culturale, essenziale per il presente come per le generazioni future e per dare un senso positivo – seppur critico – a questo momento storico. 

INFO E BIGLIETTERIA
Intero € 12,00; Ridotto (over 65 | under 25) € 10,00
Il Baretti aderisce all’iniziativa promossa dalla Città di Torino che favorisce l’ingresso a un prezzo speciale per i possessori del carnet PASS 60.

Si accettano prenotazioni (preferibilmente) via e-mail o telefoniche. I biglietti prenotati possono essere ritirati la sera stessa dello spettacolo fino a 15 minuti prima dell’orario di inizio. Dopo tale termine la prenotazione non è più considerata valida.

PRENOTAZIONI
prenotazioni@cineteatrobaretti.it – www.cineteatrobaretti.it  – tel. +39 011 655187