Per la Rassegna “Voci di Donna” – dedicata al teatro al femminile, per dare voce alle problematiche di genere ancora oggi troppo spesso trascurate o minimizzate – sabato 8 aprile alle ore 20.45 torna in scena al Teatro Dravelli di Moncalieri [Via praciosa, 11] lo spettacolo “Rajo: ciascuno ha la sua stella”, con la regia di Gabriella Bordin che vede in scena Suad Omar e Tatè Nsongan.

Una donna sola sulla scena racconta. È testimone di una solitudine più grande, quella del suo paese dimenticato: la Somalia. È arrivata in Europa attraverso il “Tharib” il viaggio che mette a rischio la vita.

Il suo arrivo non è recente, ma continua a dover rispondere alle domande di routine che vengono rivolte ai migranti rifugiati, costretti a passare da una struttura all’altra, da un servizio all’altro: un’Odissea infinita.

Nel tentativo di spiegare ciò che le è successo, si trova a ricordare episodi della sua vita passata: l’infanzia a Mogadiscio, la condizione di emarginazione nella sua terra, la violenza, la fuga, l’arrivo nell’Europa. In questo viaggio della memoria affiorano volti, vicende ed emozioni altrimenti destinati all’invisibilità e all’oblio.

Ideato e scritto da Suad Omar, questo testo teatrale nasce dal desiderio di mettere in luce le speranze delle donne che emigrano da un paese in guerra come la Somalia: “rajo” in lingua somala significa appunto proprio speranza.
Le musiche sono tutte di Taté ‘Nsongan, da lui eseguite dal vivo, in scena.

GUARDA IL PROMO